“L’inquieto fantasma”: domenica, a Villa Da Porto

 photo locandina_zps885e1b26.jpg

Sarà un appuntamento all’insegna del mistero quello di domenica 17 novembre. Spettacoli di Mistero 2013, il Festival che le Pro Loco del Veneto dedicano ai luoghi leggendari e misteriosi, presenta a Montorso Vicentino “L’inquieto fantasma”.

Il fantasma è, naturalmente, quello del conte Luigi Da Porto, che scrisse la novella da cui in seguito Shakespeare ha tratto ispirazione per “Romeo e Giulietta”.

Ed è per questo “scippo” che, narra la leggenda, ancora oggi il fantasma del conte si aggira per le stanze urlando tutta la sua rabbia. Lo spettacolo, dunque, sarà un itinerario guidato alla scoperta del conte Luigi Da Porto e della sua villa con momenti di teatro, danza e intrattenimento.

La scuola di ballo Extra Danza Eventi, diretta dall’insegnante Michela Negro, rappresenterà il balletto Giulietta e Romeo, mentre all’interno della villa ci sarà il monologo di Pier Antonio Trattenero sulla figura del Conte Luigi Da Porto. Al termine mostra fotografica “Scatti con il fantasma” e brindisi col Passito del Conte, Recioto di Gambellara DOCG, accompagnato dal brasadelo, il dolce tipico. Il ritrovo è presso la biblioteca civica di Montorso Vicentino, in via IV Novembre.

Inizio dell’evento alle ore 16 e in seconda replica alle ore 18,30.

L’ingresso è gratuito.

La manifestazione si svolgerà con qualsiasi tempo. In caso di pioggia l’evento si svolgerà interamente in Villa Da Porto.

“Lo spettacolo è nato dalla fruttuosa collaborazione tra Amministrazione, Pro loco di Montorso e Consorzio delle Pro Loco La Serenissima Agno Chiampo – spiega l’assessore alla cultura Antonio Tonello -. L’alone di mistero attorno alla villa e al conte aleggiano da sempre e hanno superato i confini locali. Sarà una bella occasione per vivere il nostro paese e fare un interessante tuffo nel passato, tra storia e leggenda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top