Sopralluogo al cantiere del nuovo ponte sulla Montorsina

ponte sulla Montorsina

Proseguono spediti i lavori di costruzione del nuovo ponte sul fiume Guà lungo la strada provinciale Montorsina, in comune di Montecchio Maggiore. Un’opera strategica che collega Montecchio Maggiore a Montorso Vicentino e, più in generale, l’ovest vicentino e le sue aree produttive. 

Questa mattina il consigliere provinciale alla viabilità Davide Faccio ha effettuato un sopralluogo sul posto alla presenza dei sindaci Gianfranco Trapula per Montecchio Maggiore, Diego Zaffari per Montorso Vicentino, Alessia Bevilacqua per Arzignano, del consigliere regionale Milena Cecchetto e di rappresentanti delle categorie economiche locali. 

Il cantiere è stato aperto in giugno, con le opere preliminari. A fine luglio è stato demolito il vecchio ponte, in evidente stato di degrado e con pile di sostegno che rappresentavano un vero e proprio ostacolo al deflusso delle piene. Da lì hanno preso il via i lavori di costruzione di un nuovo ponte, una struttura a norma, sicura e non più soggetta a limitazioni di traffico. La Provincia ha messo a disposizione 1,6 milioni di euro, mentre Vi.Abilità con l’ing. Andrea Leonardi, responsabile dell’ufficio ponti, sta gestendo la parte operativa. Il progetto esecutivo è stato redatto da E-Farm in raggruppamento con Proteco, E2B, Pizzin e Arcsat, mentre ad eseguire i lavori è il raggruppamento di imprese costituito da CGC Srl di Altavilla Vicentina e F.L. Costruzioni & Autotrasporti Srl di Brescia. 

Entro metà novembre si ultimerà il montaggio delle strutture metalliche fuori opera e entro metà dicembre è previsto il varo del ponte con due gru ai due lati del Fiume Guà. Le fasi conclusive riguarderanno poi le opere stradali, le pavimentazioni, i sottoservizi e i collaudi. 

“Salvo imprevisti – ha dichiarato Davide Faccio, consigliere provinciale con delega alla viabilità – a marzo i lavori saranno terminati e la strada verrà riaperta al traffico con un’infrastruttura sicura e moderna, che ci permetterà di superare i limiti imposti dal vecchio ponte. Un risultato non banale e non scontato, se pensiamo ai rallentamenti che la maggior parte delle opere sta subendo a causa della difficoltà di reperire materie prime e personale. Per questo voglio ringraziare le ditte che stanno eseguendo i lavori, gli operai e tutti i tecnici impegnati in questo cantiere.”

Il nuovo ponte, già visibile, ha una struttura ad un’unica campata, senza pile in alveo e spalle interne all’alveo ma in prossimità della sommità arginale. La larghezza della carreggiata passa dagli attuali 5 metri a 8,5 metri, con corsie larghe 3,25 metri e banchine da 1 metro. Si prevede di realizzare un marciapiede largo 1,5 metri sul lato nord e una pista ciclabile larga 2 metri sul lato sud, in modo da consentire l’attraversamento in sicurezza all’utenza debole e al contempo connettere i percorsi arginali ad uso di ciclisti e pedoni su entrambi i lati del ponte. Sia la pista ciclabile che il marciapiedi sono protetti da barriere di sicurezza lato strada e da parapetti. Vengono messi a nuovo anche l’arredo stradale, la rete di raccolta delle acque meteoriche, le scarpate e la viabilità campestre.

“La viabilità tra Montecchio Maggiore e Montorso passa attraverso questo ponte, ecco perché si tratta di un’opera fondamentale, che stavamo aspettando da tempo. Non soltanto per una questione di sicurezza, ma anche per la necessità di garantire il passaggio dei mezzi pesanti delle tante attività produttive che operano nelle nostre zone – ha detto il sindaco di Montecchio Maggiore Gianfranco Trapula – Questo ponte è il primo passo per realizzare il collegamento con le piste ciclabili che vanno verso Montecchio Maggiore, come anche l’allargamento della Montorsina nel tratto dall’uscita delle complanari della Pedemontana verso Montorso. Ringrazio il consigliere provinciale alla Viabilità Davide Faccio che si è impegnato personalmente per portare a buon fine questo progetto dalla complessità non certo trascurabile”. 

“Siamo lieti di apprendere che i lavori termineranno all’inizio della prossima primavera – ha affermato l’assessore alle attività produttive di Montorso Vicentino, Antonio Tonello –. Questa strada è infatti di grande importanza per i collegamenti tra Montorso e Montecchio Maggiore, città che condivide con noi moltissimi rapporti di lavoro nell’artigianato, nell’industria e in agricoltura ed è per noi il principale collegamento con il capoluogo della provincia. La sua riapertura in tempi rapidi e con una rinnovata sicurezza sarà un beneficio per tutto il territorio”.

“Un importante intervento che mira alla sicurezza dei cittadini – ha commentato il sindaco di Arzignano Alessia Bevilacqua –. È fondamentale intervenire in maniera preventiva per rendere sicuri i tanti ponti e viadotti del nostro territorio. Un plauso alla Provincia che ha cercato di limitare il più possibile i disagi agli automobilisti con un cantiere che secondo le previsioni si chiuderà in tempi rapidi. Poi ne beneficeremo tutti, in sicurezza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top