Aperto il cantiere della nuova area di sosta per camper

P1060500

Investire sull’offerta turistica, per valorizzare il territorio di Montorso Vicentino e dintorni. È questo lo scopo del progetto che vede la realizzazione di una nuova area di sosta per i camper in via Villa. L’intervento rientra nei Progetti Integrati d’Area – Rurali ai quali Montorso ha aderito assieme a numerosi altri Comuni del vasto territorio che va dalla Valle del Chiampo fino all’Alto Vicentino. Grazie a questa adesione, i Comuni hanno potuto accedere ai due milioni di euro di fondi europei e regionali per la promozione del territorio e la sua valorizzazione culturale ed turistica.

Il progetto dell’area di sosta per i camper si rivolge proprio ai turisti che scelgono di visitare Montorso e la Valle del Chiampo. Il finanziamento derivante dal P.I.A. Rurale è di 50 mila euro e il Comune contribuisce con 18 mila euro per le spese variabili ed impreviste. Sarà realizzato un nuovo parcheggio a ridosso del parcheggio esistente a fianco delle scuole medie e dell’area sportiva. Sono previsti tre posti per i camper e undici per le auto, oltre che gli impianti per gli allacciamenti alla rete idrica (compresi gli scarichi per i camper) e alla rete elettrica. Il cantiere è stato allestito in questi giorni e l’intervento sarà concluso entro Natale.

“Da questo progetto – spiega l’assessore Antonio Tonello – parte la valorizzazione non solo dei nostri tesori architettonici, in primis Villa Da Porto, ma anche di quelli paesaggistici. Pensiamo ad esempio alla rete di sentieri per la mountain bike sulle nostre colline: il parcheggio per i camper potrà essere il punto di partenza ideale per le escursioni alla scoperta del nostro territorio”.

“In tempi difficili per le casse dei Comuni – sottolinea il sindaco Diego Zaffari – abbiamo puntato sui fondi sovracomunali e la scelta si è dimostrata vincente. Grazie al lavoro di squadra con altri Comuni, abbiamo portato a casa un finanziamento che ci permetterà di realizzare un’opera a favore non solo di Montorso, ma dell’intero sistema turistico della Valle del Chiampo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top